Progetti

Il Cnr,  insieme ad altri soggetti istituzionali e privati organizzò nel 2013 una giornata di studio dal titolo: JRead: JUDICIAL REAL ESTATE AUCTION DYNAMIC, Studio sulle dinamiche di assegnazione degli immobili sottoposti ad asta giudiziaria.

Scopo dell’iniziativa era dar vita a uno studio sui tempi dei tribunali italiani in relazione alle procedure d’asta giudiziaria e studiare la dimensione del mercato d’asta, i prezzi e i volumi in relazione alle differenti caratteristiche degli immobili posti in asta, partendo dai dati di fornitori commerciali del servizio di pubblicità giuridica della aste immobiliari e attraverso il contatto diretto con i tribunali.

Dopo due anni di attività si è formato un gruppo di lavoro, che ha deciso di costituire un osservatorio in forma di associazione, con lo scopo di raccogliere riconosciute professionalità nel settore delle procedure esecutive immobiliari, di provenienza eterogenea e spesso tra sé complementari, che coprono quindi i vari aspetti del mondo delle vendite giudiziarie, sia dal lato più giuridico-legale che da quello più commerciale e di mercato, sia dal lato statistico che da quello creditizio o valutativo-immobiliare.

L’Osservatorio si pone come obiettivo quello di raccogliere spunti, dati e riflessioni che possano essere elaborate e diffuse con lo scopo di contribuire, in tempi rapidi, ad una maggiore efficienza del settore delle espropriazioni immobiliari (dopo le ottime riforme del 2005/2006), potendo così portare benefici sia ai creditori (che ad oggi lamentano tempi eccessivi di recupero e soprattutto incassi nettamente inferiori a quelli di altri paesi europei, anche a causa dei risultati non soddisfacenti delle vendite all’asta), sia ai debitori, che potrebbero sperare di massimizzare il ricavato dalle aste così da garantirsi almeno di ripagare la propria obbligazione debitoria.

I membri del Tavolo di Studio proveranno ad affrontare i diversi aspetti del processo di vendita giudiziaria di un bene immobile, mettendo a disposizione, anche tramite pubblici convegni o specifiche pubblicazioni, la loro esperienza e le loro competenze per suggerire soluzioni, più o meno strutturali, più o meno immediate, che potrebbero essere messe in atto a vari livelli (creditore procedente, giudice o delegato, alcuni Ministeri o altre istituzioni pubbliche) con la finalità condivisa di accelerare i tempi di definizione delle procedure esecutive immobiliari e quindi massimizzando anche i ricavi derivanti dalle relative vendite giudiziarie attraverso l’eliminazione o almeno la mitigazione di tutti quegli elementi pregiudizievoli che ancora rendono la partecipazione alle aste un fenomeno di nicchia, nonostante l’aumento costante del numero di procedimenti pendenti presso i Tribunali italiani.

L’Osservatorio T6 promuove diversi progetti nell’ambito della giustizia civile:

Aste Open-data

I costi delle esecuzioni

Quantitative juris studies

Tavolo di studio sull’applicazione della nuova normativa

Osservazioni sul portale delle vendite pubbliche

Patto Marciano o “Marziano”?